Deep Work, di Cal Newportdeepwork, è uno dei migliori libri che abbia letto di recente. A differenza di molti libri della categoria autosviluppo, spesso ripetitivi e pieni di aneddoti e storie, Deep Work è conciso e ricco di spunti importanti su un tema molto importante. Come è evidente dal titolo, questo libro tratta della pratica del lavoro profondo, che l’autore definisce come:

“Attività professionali svolte in uno stato di concentrazione senza distrazioni che spingono le vostre capacità cognitive al limite. Questi sforzi creano nuovo valore, migliorano le vostre capacità e sono difficili da replicare”. (Lavoro profondo, Cal Newport)

Alcuni potrebbero chiedersi se sia necessario leggere un intero libro su questo argomento. Tuttavia, come sostiene in modo convincente l’autore, il lavoro profondo è oggi più importante che mai, come spiega Newport:

“Per rimanere validi nella nostra economia. . è necessario padroneggiare l’arte di imparare rapidamente cose complicate. Questo compito richiede un lavoro profondo. Se non si coltiva questa capacità, si rischia di rimanere indietro con il progredire della tecnologia”. La seconda ragione per cui il lavoro profondo è prezioso è che l’impatto della rivoluzione digitale della rete è duplice. Se riuscite a creare qualcosa di utile, il pubblico a cui potete rivolgervi (ad esempio, datori di lavoro o clienti) è essenzialmente illimitato, il che aumenta notevolmente la vostra ricompensa. D’altra parte, se ciò che producete è mediocre, siete nei guai, perché è troppo facile per il vostro pubblico trovare un’alternativa migliore online”. (Lavoro profondo, Cal Newport)

Il lavoro profondo può fare la differenza tra chi è in grado di mantenersi con una vocazione di sua scelta e chi è costretto ad accettare qualsiasi forma di impiego. In altre parole, il lavoro profondo è fondamentale per chi vuole scolpire il proprio destino invece di camminare nel sonno della vita.

La capacità di svolgere un lavoro profondo, tuttavia, non è un’abilità che si può semplicemente acquisire quando si vuole. È piuttosto un’abilità che deve essere affinata ed è per questo che Deep Work è una risorsa così preziosa: è pieno di consigli e pratiche su come padroneggiare questa abilità.

Una ricerca condotta dallo psicologo K. Anders Ericsson ha suggerito che il limite del tipo di concentrazione intensa necessaria per eseguire il lavoro profondo per un principiante è al massimo di un’ora. Gli esperti, cioè coloro che si esercitano deliberatamente a sviluppare questa abilità, possono estendere la loro capacità di lavorare a livelli intensi di concentrazione fino a quattro ore. Coloro che raggiungono questa soglia superiore sono spesso le persone che gli altri guardano e si chiedono, in base alla loro produzione, se sono nati con un talento speciale. Ma ciò che spesso distingue queste persone è la capacità di svolgere un lavoro profondo per lunghi periodi, e questa capacità può essere coltivata da tutti noi.

Detto questo, va sottolineato che molte persone stanno perdendo la capacità di partecipare al lavoro profondo anche per brevi periodi di tempo a causa dell’impatto che le nuove tecnologie stanno avendo sui tempi di attenzione. Come spiega Newport:

“Una volta che il cervello si è abituato alla distrazione on-demand… è difficile liberarsi dalla dipendenza anche quando ci si vuole concentrare”. Per dirla in modo più concreto: Se ogni momento di potenziale noia nella vostra vita – ad esempio, dover aspettare cinque minuti in fila o stare seduti da soli in un ristorante fino all’arrivo di un amico – viene alleviato con una rapida occhiata allo smartphone, è probabile che il vostro cervello sia stato ricablato al punto che… non è pronto per il lavoro profondo – anche se programmate regolarmente del tempo per praticare questa concentrazione”. (Lavoro profondo, Cal Newport)

Il libro di Newport fornisce un’eccellente serie di metodi per, come dice lui stesso, “allenare il vostro cervello e [trasformare] le vostre abitudini di lavoro per porre il lavoro profondo al centro della vostra vita professionale”. Questi metodi di allenamento includono modi per migliorare la capacità di concentrarsi intensamente e, allo stesso tempo, aiutare coloro che sono “dipendenti” dalla distrazione a smettere di farlo.

Se la capacità di lavorare in profondità può rendere una persona molto più produttiva e aumentare la qualità del suo lavoro, può anche migliorare la qualità generale della sua vita. Come hanno sottolineato molti filosofi e psicologi, una vita ben vissuta è quella in cui abbiamo uno scopo e stiamo facendo passi attivi per raggiungere gli obiettivi associati al nostro scopo.

Se si migliora la propria capacità di partecipare al lavoro profondo, sarà molto più facile fare progressi sostanziali verso gli obiettivi che lo scopo scelto richiede. Infatti, è molto facile sognare grandi sogni, ma se questi sogni non si realizzano mai, come probabilmente accadrà se non si padroneggia l’abilità del lavoro profondo, la vita può essere una lotta. Per questo motivo consiglio vivamente il Lavoro profondo.