Ecco un ottimo articolo del filosofo Jeff Mason, in cui spiega le diverse forme di vita di Kierkegaard: estetica, etica e religiosa. Tutte e tre le forme di vita sono tentativi di sfuggire alla condizione universale di disperazione, secondo Kierkegaard.

Come spiega Mason, Kierkegaard pensava che la vita di un individuo fosse definita da ciò con cui ci si relaziona. La vita estetica è vissuta quando un individuo si relaziona con se stesso. Cioè, un individuo vive per se stesso e cerca nuove esperienze di bellezza e piacere. La vita etica è vissuta quando un individuo si relaziona (e quindi si definisce) con gli altri. Una persona vive una vita di doveri e cerca soprattutto di servire gli altri. Infine, la vita religiosa è vissuta quando un individuo si relaziona con qualcosa che trascende il proprio io, le altre persone e persino questo mondo. Tale individuo “riposa” la propria identità nell’assoluto.

In questo articolo Mason spiega molto chiaramente queste tre forme di vita in modo da costringere il lettore a contemplare il proprio modo di vivere: http://philosophynow.org/issues/24/Soren_Kierkegaard